Aprile senza escursioni nel Parco dell’Aveto… Ma ecco tre super ricette delle valli liguri

Aveva ragione Th. S. Eliot con i suoi splendidi versi: “Aprile è il mese più crudele”… Così, nel mese di Aprile, saranno chiuse le attività nel Parco dell’Aveto e della val Graveglia. Niente escursioni, eventi, passeggiate…

Sperando che questa condanna termini presto, il Parco, per restare in contatto,  suggerisce tre buonissime e salutari ricette di piatti delle Valli liguri di Levante.

La Baciocca (ricetta di casa del BB Shanti House, Borzonasca)
Ingredienti:
2 kg di patate
2 grosse cipolle
2 cucchiai di lardo pestato
150 g di parmigiano grattugiato
Farina, latte, olio e sale q.b.

Procedimento
Pulire e tagliare a fette sottili le patate e lasciarle riposare con qualche manciata di sale grosso. Nel frattempo affettare le cipolle e metterle in acqua e sale fino, scolarle e soffriggerle in olio a fuoco lento per qualche minuto. Quindi spegnere il fuoco e aggiungere il lardo pestato.
Lavare bene le patate, scolarle e unirle al soffritto di cipolla con il parmigiano, due manciate di farina e un po’ di latte, amalgamando bene il tutto.
Intanto preparare la pasta con acqua, farina, olio e sale; stenderla sottile e rivestire una teglia ben oliata. Versare le patate e pareggiare schiacciando bene, quindi fare il bordino con la pasta che sborda. Aggiungere un giro d’olio e una spolverata di parmigiano e informare a 180° per circa un’ora. Servire tiepida.

La buonissima baciocca

Il Prebugiun di Ne (ricetta de La Brinca, Ne)
Ingredienti:
4 patate del tipo Quarantina
200 g di erbe selvatiche miste (borragine, crespigno, rosoline)
1 ciuffo di cavolo nero
cipolla rossa di Zerli
1 spicchio d’aglio
olio extra vergine di oliva Riviera ligure DOP
sale grosso

Procedimento:
Mettere le patate con la buccia in una pentola con acqua fredda e porle sul fuoco a bollire.
Tagliare a striscioline il cavolo e le erbe e bollire il tutto in acqua leggermente salata.
Pestare l’aglio nel mortaio con il sale grosso.
Sbucciare le patate lessate e passarle nello schiacciapatate a fori larghi; aggiungere le verdure bollite dopo averle insaporite con l’aglio pestato. Amalgamare il tutto con le mani, aggiungendo all’impasto olio extra vergine a volontà. Servire caldo irrorando con altro olio e guarnendo con la cipolla cruda.

LaTortina di nocciole “Misto Chiavari” (ricetta del Panificio Pasticceria Barbieri, Chiavari)
Ingredienti:
220 g di burro morbido
170 g di zucchero a velo
35 g di miele
¼ di bacca di vaniglia
3 uova
8 g di scorza di arancia grattugiata o liquore all’arancia
200 g di farina
45 g di farina integrale
70 g di nocciole Misto Chiavari in farina
8 g di lievito in polvere
granella di nocciole Misto Chiavari tostate q.b.
nocciole Misto Chiavari spezzettate grossolanamente q.b.

Procedimento:
Ridurre le nocciole in farina non troppo fine, facendo attenzione a non surriscaldarle troppo durante il procedimento. Montare con la frusta il burro insieme a zucchero a velo, miele e vaniglia; aggiungere lentamente le uova intere, una alla volta, fino ad ottenere un composto cremoso, quindi unire il liquore all’arancia o le scorze grattugiate.
Mescolare le tre farine (00, integrale e di nocciole) e aggiungere il lievito. Incorporare con delicatezza le farine al composto di uova.
Imburrare la teglia cospargendo il fondo di granella di nocciole tostate. Versare l’impasto fino a ¾ del tegame, livellare la superficie e cospargere con le nocciole crude spezzettate grossolanamente.
Cuocere in forno caldo a 170°C per 45 minuti; una volta raffreddata rifinire a piacimento con zucchero a velo oppure con un velo di gelatina di albicocche.

Torta di nocciole

from Tigullio News https://ift.tt/2UNpgw0
via IFTTT